Sì…viaggiare… -

7 agosto 2011

Hai visto bene, è l’incipit di una vecchia canzone di Lucio Battisti; il motivo della scelta?

Qualche tempo fa, durante una passeggiata nel bosco vicino casa, improvvisamente ho ricordato un dialogo avvenuto oltre un decennio prima, tra me e il Sensei Luciano Parisi, uno dei miei più recenti maestri.  Il dialogo verteva sul fatto che, a suo parere, da quando frequentavo la sua Scuola di Arti Marziali ero un po’ cambiato:

“Tu credi Luciano? E in che modo sarei cambiato?”

“E tu non ricordi com’eri?” rispose con uno sguardo vagamente stupito.

Io in effetti non me ne ricordavo, né pensavo di essere poi cambiato quel granché, se non nel fatto che avevo appena lasciato un lavoro redditizio nel pieno del successo, che avevo lasciato la città per un “eremo” in campagna, ed altre cosucce all’apparenza forse importanti ma solamente esteriori, che in fondo ben poco servivano a guarire le vaste ferite del mio cuore, quanto piuttosto ad allontanarmene, a nosconderle ancora di piùà. In ogni caso attribuivo questo “non ricordo” ad una “carenza congenita” di memoria a medio-lungo termine circa le cose che mi riguardavano direttamente, e prime fra queste ciò che avvenne (se avvenne) nella mia infanzia pre-puberale, che in seguito avrebbe determinato la mia  personalità apparente.

Oggi mentre torno a casa passeggiando nell’ombroso vialetto sterrato, lasciando la Pina a scegliersi l’erba migliore, mi chiedo se e quanto  sia ancor oggi dimentico dei miei successivi “cambiamenti” e se ci sono stati… Di una cosa sono abbastanza sicuro: del diverso modo di percepire me stesso e gli altri.
Quale può essere la causa o le cause, della dimenticanza di sé e del proprio passato? Come intervenire, sempre sia  possibile e auspicabile, per porvi rimedio? La domanda è sempre valida… ed è bene che sia così!

Adesso arrivano in altri ricordi;  il primo veramente “illuminante” in cui , durante un incontro pomeridiano in un piccolo e surriscaldato locale adiacente la metro di Porta Principe, Giovanni M.Quinti disse:

Il segreto di ogni comprensione è mettere l’Altro al centro, mentre ciò che ordinariamente facciamo è proprio l’opposto.”

Bene… quelle furono parole che arrivarono alle profondità del mio essere.

Perdonami se sembro  tortuoso e vago nel mio ragionamento, è che sto cercando di riallacciare i fili di cose sparse in un unico filo conduttore; cercando di comunicarti qualcosa di mio… Per me è importante… cos’altro se no?
Condivisione
… qualcuno la chiama comunione

Bene, se è importante questo genere di ricordo, che posso  fare dunque per ricordarmi com’ero? E poi a che mi serve?
Tutto quanto arriva un pezzo per volta, mattino dopo mattino e, quando i pezzi si ricongiungono e prendono un ordine, c’è una nuova comprensione. Ad esempio come poter meglio servire; perché per un verso o per l’altro, con disubbidiente obbedienza, è questo che la Vita mi porta a fare.

- Latte e poi alimenti liquidi e leggeri prima dei cibi più pesanti e nutrienti, che possono essere indigesti ed agire contro ciò che è giusto, per chi riceve il nutrimento e anche per me stesso perché, in fondo, non c’è differenza. Capacità digestiva che deve essere allenata… Come posso sapere ciò che puoi digerire? Innanzi tutto dovrei conoscere quale è stata la mia capacità digestiva. Ma se non ricordo?

“Metti l’Altro al centro e prima o poi lo saprai!”

Questo è ciò che significa “acquisire abilità? -

Entro in casa, la radio lasciata accesa su una trasmissione che ospita Mogol, il famoso autore di tante belle canzoni, in un’intervista scandita dalle sue opere; in questo istante inizia un motivo ben noto,  che riascolto in un modo nuovo, e che dice più o meno così:

“Ho un amico veramente geniale che con un cacciavite fa miracoli…
un’aggiustatina al minimo, un po’ più su… e poi viaggiare…

Si…viaggiare…rallentando per poi accelerare…
gentilmente, senza strappi al motore, evitando le buche più dure…
rallentando per poi accelerare…”

Grazie Lucio/Mogol!

http://www.youtube.com/watch?v=ik5VsUgfWyE

Buon ascolto.

Emmanuele


Bad Behavior has blocked 5000 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok